Ue, commissario Andriukaitis il 20 luglio in Puglia per Xylella.

Ue, commissario Andriukaitis il 20 luglio in Puglia per Xylella

Fermare infezione con “approccio differenziato da zona a zona”

Rho, 17 lug. – Il commissario europeo alla Salute e alla Sicurezza alimentare, Vytenis Andriukaitis, andrà lunedì 20 luglio a Lecce, in Puglia, per affrontare il problema dell’infezione di Xylella che sta colpendo gli ulivi. Lo ha detto a Expo 2015 a margine di un convegno sulla sicurezza alimentare organizzato dal padiglione dell’Ue. “Il mio obiettivo ha detto Andriukaitis – è quello di incontrare gli agricoltori della regione, le associazione e i produttori. Persone semplici con le quali voglio discutere di princìpi e metodi che si possono adottare per eliminare questa infezione al più presto”.

“Capisco che ci sono molti problemi, delusione, rabbia e tristezza, perché gli ulivi fanno parte della cultura del luogo, e noi vogliamo essere con loro, ma vogliamo anche cercare delle soluzioni adeguate sfatando il mito che Bruxelles sia solo un luogo di burocrati. Il messaggio che voglio dare è che l’infezione può avere delle conseguenze gravi per l’industria ed è molto importante trovare una soluzione”. In ogni caso, a suo parere, servirà un “approccio differenziato da zona a zona” per evitare, anche con abbattimenti, che l’infezione si propaghi sempre più a Nord.

La xylella minaccia le produzioni italiane con un costo molto alto per l’agricoltura e quindi per l’intero sistema economico. Il batterio ha attaccato gli ulivi in Puglia, provocando il disseccamento della pianta, come previsto dai ‘sintomi’ della malattia.

Il problema della xylella è che è in grado di attaccare vari tipi di coltura: dagli agrumi al pesco, dal mandorlo al ciliegio, tutti sono a rischio. Il modo di uccidere la pianta è diverso (sull’oleandro per esempio si verifica la bruciatura delle foglie), ma il risultato è lo stesso: la morte dell’albero. Il batterio sta insomma provocando un’epidemia. E la strage rischia di lasciare sul campo migliaia di lavoratori.

La situazione si è complicata dopo la decisione della Francia, che ha imposto il divieto all’importazione di  102 specie vegetali, incluse le piante ornamentali.

Fonte : askanews

Ue, commissario Andriukaitis il 20 luglio in Puglia per Xylella.
Tags: