Quali sono le pratiche per accedere ai prestiti europei rivolti all’agricoltura?

Quali sono le pratiche per accedere ai prestiti europei agricoltura? I finanziamenti europei rivolti all’agricoltura non rappresentano la sola fonte di approvvigionamento economico pensata per coloro che operano nel settore agricolo.

Durante un periodo di grave crisi economica non è affatto semplice avviare un qualunque progetto imprenditoriale, ma grazie ai fondi comunitari avrete una chance in più purché sappiate come sfruttarli a pieno

In caso di finanziamenti europei riservati all’agricoltura, dovrete reperire tutte le informazioni più dettagliate possibili. Le offerte solitamente presentano un termine, i nuovi fondi possono essere attivati in qualunque momento ed è allora importante un aggiornamento costante sulle ultime proposte.

Dove reperire informazioni per prestiti europei agricoltura? Il nostro consiglio è di recarvi negli Uffici di Regioni e Provincie e in quelli delle organizzazioni professionali del settore selezionato. È essenziale poi verificare con attenzione le notizie ottenute, quando parliamo di finanziamenti europei è facile incorrere in fenomeni di disinformazione. Nel novero delle organizzazioni agricole più accreditate abbiamo: Cia, Coldiretti, Confagricoltura e Copagri.

Per compilare le pratiche di finanziamento, inoltre, è consigliabile contattare una figura professionale dedicata, data la complessità dei contenuti. I soggetti professionali a cui rivolgersi sono periti agrari, agronomi o agrotecnici.

Ricercare finanziamenti utili per l’attività agricola è un impegno che richiede molto tempo, potendo divenire persino un lavoro. Per richiedere finanziamenti europei non sarà sufficiente essere degli specialisti nel programma previsto, ma è indispensabile avere dimestichezza con gli aspetti burocratici e formali. 

La richiesta dei finanziamenti prevede che l’operatore sia uno specialista nel programma richiesto (efficienza, innovazione, rivalutazione rurale, protezione della biodiversità, eccetera), ma si deve avere anche dimestichezza con quanto si sta facendo.

In certe Regioni, quali ad esempio il Lazio, vi sono Centri di promozione dell’imprenditorialità, mentre in altre città abbiamo gli Incubatori di impresa.

Per sapere se la vostra Regione dispone di centri del genere, vi consigliamo di visitare il portale ufficiale o più semplicemente di compiere una ricerca. Non trascurate il Bic, ossia l’European Business & Innovation centre, questo ente, proposto dall’UE, promuove la nascita di piccole e medie imprese innovative. In Italia vi sono circa trenta Bic.

 

Fonte : Finanziamenti europei.

Quali sono le pratiche per accedere ai prestiti europei rivolti all’agricoltura?
Tags: